Porta dell'Expo

Porta dell'Expo

Expo 2015

Si tratta del progetto più importante dal punto di vista delle infrastrutture viarie lombarde che collega, di fatto, l’area espositiva con le arterie viarie (A4 Torino-Venezia e A8 A.dei Laghi) e le ulteriori viabilità secondarie. In tal senso, l’intervento è rivolto a realizzare una piena integrazione del polo espositivo “Expo 2015” con il territorio e a garantire un’adeguata accessibilità al sito.

Riassumendo le opere di maggiore rilevanza sono rappresentate da tre ponti : il Viadotto dei Laghi (200m di luce complessiva con una campata centrale di 80m), i viadotti Expo Ovest e Expo Est (di 380 metri di luce complessiva ciascuno) e la Galleria Cascina Merlata (1km circa).

Ma la “Porta dell’Expo” rappresenta molto di più; l’opera, firmato da Antonio Citterio e Patricia Viel, è il simbolo di Expo 2015, il vero land mark che dominerà sull’area espositiva, con l’uso tra l’altro di speciali vernici al fluoro studiate da Jorrit Tornquist per donare un particolare effetto luminescente sia di giorno ma soprattutto durante le ore notturne alle arcate. Il ponte, o meglio la sequenza di ponti, sarà un unico segno che si sviluppa ridisegnando il territorio.
Una sequenza di archi non allineati per complessivi 600 mt. circa (1 ponte ad arco sospeso, a scavalco A4; 1 ponte ad arco strallato, a scavalco A8; 1 arco estetico) in un progetto che è caratterizzato dalla leggerezza e dall’armonia.
Oltre alla valenza estetico-architettonica, da non sottovalutare le caratteristiche tecnico-progettuali che hanno rappresentato gli aspetti vincenti della proposta; l’applicazione di metodologie, soluzioni e tecnologie innovative; soluzioni a basso impatto ambientale; qualità dei materiali; efficacia dei sistemi organizzativi ai fini della sicurezza; ecc…

Dati del progetto

IMPORTO DEI LAVORI: € 123.600.000,00
STAZIONE APPALTANTE: Infrastrutture Lombarde
AGGIUDICATARI: ATI composta da VITALI SPA/ Eureca Consorzio Stabile, CCC Coop (Consorzio Cooperative Costruzioni) e CIC (Compagnia Italiana Costruttori)
STUDIO PROGETTAZIONE: PRO ITER; Antonio Citterio Patricia Viel and Partners

vista dell'intero progetto Porta dell'Expo